DeA Capital - Pieralisi

IDeA Corporate Credit Recovery II (IDeA CCR II), fondo di Debtor-in-Possession Financing italiano, gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR, società del Gruppo DeA Capital, ha perfezionato in data odierna un accordo di investimento nel Gruppo Pieralisi.

Il Gruppo Pieralisi, con sede a Jesi, è leader mondiale nella produzione di macchinari per il settore oleario e nelle tecnologie della separazione. Nei suoi oltre 130 anni di storia sotto la guida della omonima famiglia, Pieralisi ha saputo sviluppare un portafoglio prodotti basato su tecnologie innovative, affermandosi come leader nel settore oleario e estendendo l’applicazione delle tecniche e delle competenze a svariati segmenti dell’industria agroalimentare e in settori quali il trattamento delle acque. Nel 2019 il Gruppo ha registrato un fatturato di oltre € 104 milioni e un EBITDA di circa € 12 milioni.

L’operazione prevede un aumento di capitale di Pieralisi Maip da parte di IDEA CCR II, per una quota del 51%, e di Frapi (holding della famiglia Pieralisi), l’immissione di risorse finanziarie per proseguire il progetto di sviluppo da parte di IDeA CCR II e di taluni coinvestitori per complessivi € 15 milioni e la rimodulazione della struttura finanziaria del Gruppo.

La famiglia Pieralisi manterrà una partecipazione nel capitale del 49%, assicurando il sostegno e la dedizione che hanno reso possibile negli anni l’affermazione del Gruppo nei settori di riferimento.

L’operazione di investimento da parte di IDeA CCR II ha come obiettivo quello di contribuire, al fianco della famiglia Pieralisi, al rafforzamento patrimoniale e finanziario del Gruppo, accelerando i piani di sviluppo dell’azienda in tutti i settori di riferimento e consolidandone il posizionamento di leadership nel contesto competitivo globale.

Alla guida del Gruppo è stato confermato Alessandro Leopardi, Amministratore Delegato nominato nel 2018, a cui è affidato il raggiungimento degli obiettivi previsti dal piano industriale approvato e la migliore strutturazione dei processi aziendali necessaria per affrontare tale sfida.

l’Ing. Cavaliere del Lavoro Gennaro Pieralisi ha commentato: “La storia di Pieralisi fonda le sue radici nel 1888 ma è dal dopoguerra che l’attività dell’azienda si concentra sul settore dell’olio d’oliva, portando diverse innovazioni che hanno rivoluzionato il mercato stesso e facendo di Pieralisi il leader indiscusso. Oggi in tutto il mondo il 75% dell’olio di oliva è prodotto con macchine Pieralisi. Il know-how acquisito sul mercato dell’olio d’oliva è stato poi trasferito in altri segmenti che utilizzano le medesime tecnologie di separazione, in particolare nel trattamento delle acque. L’operazione perfezionata oggi rappresenta un passo importante per l’azienda, per i soci storici e soprattutto per tutte le maestranze. Abbiamo diversi dipendenti di terza generazione che lavorano per la nostra azienda, ed io ne ricordo la prima”.

Vincenzo Manganelli, Managing Director e Luca Maran,Investment Director del Fondo IDeA CCR II, dichiarano: “Siamo orgogliosi di avere siglato un accordo con la famiglia Pieralisi che permetterà di lavorare insieme al rafforzamento del percorso di sviluppo già intrapreso del Gruppo, facendo leva sulle competenze e sullo storico brand italiano, riconosciuto nel mondo per l’innovazione e qualità dei prodotti. Le risorse finanziarie a disposizione del management consentiranno di accelerare tale percorso, rafforzando la validità del piano industriale.

Alessandro Leopardi, Amministratore Delegato del Gruppo Pieralisi, ha commentato: “Grazie a questo accordo, proseguiremo nell’attuazione del piano di crescita che ha già mostrati i primi risultati nel 2019, focalizzandoci non solo sull’italianità del progetto industriale e del tessuto produttivo, ma anche su uno sviluppo aziendale in contesti geografici e segmenti di mercato dove vogliamo emergere tra i leader riconosciuti, facendo leva sulla storia e sul know-how dell’azienda che ha sempre puntato sull’eccellenza qualitativa, tecnologica e di servizio, percependo e anticipando le esigenze dei propri clienti e dei cambiamenti di mercato”.

Hanno contribuito all’operazione lo Studio legale Giovanardi-Pototschnig & Associati e lo Studio legale NASaW quali advisor legali nonché PricewaterhouseCoopers Advisory e Driver Re & Consulting in qualità di advisor finanziari della società. Lo studio Spada Partners si è occupato degli aspetti fiscali mentre ERM, Accuracy e Considi hanno assistito IDeA CCR II rispettivamente nelle due diligence ambientali / ESG, finanziaria e industriale.